Protocollo d’intesa

PROTOCOLLO D’INTESA TRA LE ASSOCIAZIONI:

PLUS – Rete persone LGBT+ sieropositive APS con sede legale in via San Carlo n. 42/C – Bologna, nella persona del Presidente e legale rappresentante Sandro Mattioli

RED BOLOGNA APS con sede legale in via del Tipografo n. 2 – Bologna, nella persona del Presidente e legale rappresentante Mattia Manfrin

GRUPPO TRANS APS con sede legale in via Marconi n. 18 – Bologna, nella persona del Presidente e legale rappresentante Christian Leonardo Cristalli

PREMESSO CHE:

  • PLUS – Rete persone LGBT+ sieropositive APS è un’Associazione di promozione sociale, apartitica, apolitica che persegue, tra l’altro, come previsto nello statuto, i seguenti fini o scopi:

a) attività di sostegno pratico e fattivo alla persona rivolto alle persone sieropositive, in particolare LGBT+, in relazione a problematiche connesse alla salute, all’HIV e alle infezioni sessualmente trasmesse (IST);

b) attività di supporto e di sensibilizzazione volta a rendere “socialmente attesi” il confronto e il dialogo sui temi dell’HIV e della infezione, la presenza di persone sieropositive nella comunità e i comportamenti di riduzione del rischio, ovvero a superare quei tabù che concorrono a diffondere l’infezione; creazione e diffusione di proprio materiale informativo e preventivo;

  • RED BOLOGNA APS è un’Associazione di promozione sociale, impegnata nel promuovere e tutelare i diritti umani, civili, sociali e politici, nonché le pari opportunità. Tra gli obiettivi fondamentali come previsto dallo statuto vi sono il favorire l’informazione sulla sessualità sotto ogni aspetto della sua manifestazione; il combattere le discriminazioni verso persone che vivono con HIV, valorizzarne e favorirne il lavoro e la presenza a tutti i livelli dell’associazione, anche operando con specifici programmi, progetti e collaborazioni con associazioni.
  • GRUPPO TRANS APS è un’ Associazione di promozione sociale democratica, apartitica, multietnica costituita da persone transgender, intersex e non binarie politicamente impegnata a livello nazionale per il riconoscimento dei diritti civili e sociali e la promozione di servizi dedicati al benessere della comunità transgender. L’associazione persegue da statuto attività di sensibilizzazione, informazione e formazione in ambito socio sanitario. Svolge inoltre azioni di prevenzione e promozione della salute sessuale e del benessere psicofisico coordinandosi con i servizi territoriali, attività di sportello per il contrasto allo stigma e all’emarginazione sociale, con particolare attenzione alla comunità sex worker transgender considerata popolazione a rischio statisticamente rilevante per infezioni da HIV e sessualmente trasmesse.

PRESO ATTO CHE:

  • le Associazioni da tempo collaborano ed organizzano iniziative congiunte sui temi della sensibilizzazione e della prevenzione da HIV e altre IST; della promozione di una sessualità libera e consapevole e dell’offerta di test rapidi con colloqui di supporto, workshop tematici con persone sieropositive e non, oltre all’organizzazione di eventi aggregativi e ricreativi in particolare rivolti a persone LGBT+;
  • della volontà di implementare i servizi dedicati alla promozione della salute sessuale di persone transgender e gender non conforming;
  • le parti firmatarie del presente accordo considerano la salute (intesa come benessere bio-psico sociale)delle persone LGBT+ obiettivo fondamentale e centrale delle proprie attività sociali;
  • le Associazioni firmatarie del presente accordo condividono l’importanza di individuare congiuntamente forme di collaborazione ed approfondimento per una migliore e più̀ efficace azione nel campo della formazione, della prevenzione ed informazione su HIV e sulle Infezioni sessualmente trasmesse (IST), e per il superamento dello stigma sociale che colpisce le persone che vivono con HIV anche all’interno della comunità LGBT+.

CONSIDERATO CHE:

le Premesse sono parte integrante del presente atto,

PLUS – Rete persone LGBT+ sieropositive APS  e RED BOLOGNA APS

e GRUPPO TRANS APS

CONVENGONO SU QUANTO SEGUE:

Articolo 1 (Oggetto)

Il presente Protocollo d’Intesa ha come oggetto un programma di attività̀ culturali, politiche e sociali volte a:

  • favorire l’informazione, la prevenzione e sensibilizzazione sui temi dell’HIV e delle altre infezioni sessualmente trasmesse;
  • promuovere una sessualità libera e consapevole ed a lottare contro lo stigma sociale che colpisce le persone che vivono con HIV, praticano chemsex e sex working;
  • prestare una maggiore attenzione riguardo la salute e il benessere sessuale delle persone transgender, da realizzarsi in collaborazione tra le tre associazioni firmatarie.

Il presente accordo manifesta la volontà delle tre associazioni per dialogare anche in modo congiunto con istituzioni e le forze politiche nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Articolo 2 (Dettaglio Attività)

Le Associazioni firmatarie del presente Protocollo si impegnano, nei limiti delle situazioni contingenti e degli impegni statutari, a realizzare in maniera congiunta e coordinata le seguenti attività:

– realizzazione di almeno un appuntamento annuale, oltre che di appuntamenti per la promozione della prevenzione e sensibilizzazione sui temi dell’HIV e delle persone che vivono con HIV, delle altre infezioni sessualmente trasmesse (incontri formativi, informativi, culturali, attività di testing HIV e IST ecc);

–  realizzazione di campagne informative aventi ad oggetto in particolare la prevenzione, la lotta allo stigma e alle discriminazioni per le persone che vivono con HIV;

– organizzazione di almeno una formazione destinata ad operatori sanitari e non, sulle tematiche di genere e buone prassi da mettere in campo per l’accoglienza di persone transgender e gender non conforming;

–  organizzazione di iniziative pubbliche per favorire l’esercizio del diritto alla salute e la promozione di una sessualità libera e consapevole;

– implementazione di un servizio di counseling peer per persone transgender in sede di testing per avvicinare la popolazione transgender al tema della prevenzione;

strutturazione di un servizio per la somministrazione della terapia ormonale sostitutiva intramuscolare a persone transgender da parte di personale infermieristico al fine di evitare il fenomeno dell’autosomministrazione delle terapie e nella riduzione di possibili danni per la propria salute.

Le attività̀ sopra citate saranno realizzate previa condivisione e assenso espresso dei rappresentanti designati dalle due Associazioni firmatarie.

Articolo 3 (Referenti del Protocollo)

PLUS, RED e GRUPPO TRANS indicano, rispettivamente, quali referenti per le attività e iniziative previste nel protocollo i rispettivi rappresentanti legali.

Articolo 4 (Durata)

Il presente Protocollo entrerà in vigore alla data della stipula per la durata di anni quattro. Ciascuna parte contraente può chiedere, con semplice comunicazione, una revisione delle condizioni ivi contenute per procedere alla stipula di una nuova convenzione, che potrà essere rinnovata previa intesa tra le parti, o lo scioglimento anticipato.

Articolo 5 (Modifiche ed integrazioni)

Il presente Protocollo potrà essere modificato e/o integrato solo mediante accordi successivi sottoscritti dalle parti.

Bologna, 15 gennaio 2022

Scarica il protocollo

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.